Genie: l’IA di Google che crea videogiochi da zero

La nuova intelligenza artificiale di Google rappresenta un notevole progresso che potrebbe rivoluzionare il mondo dell'intrattenimento videoludico.

Intelligenza Artificiale

La nuova intelligenza artificiale di Google, Genie, rappresenta un notevole progresso che potrebbe rivoluzionare il mondo dell’intrattenimento videoludico. Genie è in grado di creare videogiochi giocabili a velocità straordinaria, partendo da un’immagine caricata dall’utente.

La creazione di Genie è stata un’impresa congiunta tra Google e la University of British Columbia, con l’obiettivo di sviluppare un’intelligenza artificiale specializzata nella creazione di giochi in 2D. L’addestramento di Genie ha incluso l’analisi di un vasto dataset di video e immagini sotto il controllo di Google, raggiungendo le 200mila ore di materiale.

L’intelligenza artificiale generativa si è dimostrata in grado di comprendere le formule, i meccanismi e la fisica alla base dei giochi analizzati e di replicarle seguendo prompt specifici.

In questo momento, Genie è un progetto che rientra nel più vasto ramo delle attività di ricerca di Google. Non va quindi considerata un prodotto finito.

Di conseguenza non deve sorprendere la bassa qualità dei videogiochi che finora è stata in grado di realizzare. Prodotti tecnicamente semplicissimi, con una risoluzione da appena 160×90 pixel e che durano massimo 16 secondi, con una velocità da circa 10 fotogrammi al secondo.

Google Genie è solo uno dei modi in cui l’intelligenza artificiale può integrarsi con il mondo dei videogiochi.

Titoli come Ghost of Tsushima, Cyberpunk 2077 e Read Read Redemption 2 hanno già beneficiato di Alystria AI, permettendo di elevare dei semplici NPC a personaggi completi, garantendo ore e ore di dialoghi di altissima qualità.

L’introduzione di Genie nel settore dei videogiochi solleva interrogativi sull’impatto che potrebbe avere sull’occupazione degli sviluppatori e creativi, specie in un periodo economicamente difficile. L’uso dell’intelligenza artificiale per accelerare lo sviluppo di giochi non è nuovo, ma potrebbe intensificare le tendenze verso l’efficienza e la riduzione del personale.

È prematuro predire le ripercussioni complete dell’AI sui diversi settori lavorativi. Recentemente, anche OpenAI, un concorrente di Google, ha lanciato Sora, una tecnologia capace di generare videoclip realistici a partire da testi, sottolineando l’avanzamento e l’espansione dell’AI nel campo creativo.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi aggiornamenti sul nostro progetto e sui nuovi corsi

Login

Non sei ancora registrato?

Aspetta!

Iscriviti ora e ottieni uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

Ho letto l’informativa e autorizzo il trattamento dei dati personali.